Day 5 – “Mi servirebbe sapere”

Quinto giorno nonché conclusivo della settimana ligure della delegazione di B Students TV al Festival di Sanremo 2013.
Il momento della vittoria di Marco Mengoni e del suo brano “L’essenziale” tra la felicità e l’incredulità di alcuni membri della troupe ed un esilarante omaggio alla canzone “Mi servirebbe sapere” di Antonio Maggio, vincitore della sezione giovane della kermesse canora.
Arrivederci al nuovo anno appassionati di Sanremo!

L’essenziale…del Festival di Fazio

20130217-184944.jpg

Il 63esimo Festival della canzone italiana è stato vinto da Marco Mengoni con il suo brano “L’essenziale”.
Naturalmente non è mancato il malcontento tra pubblico e critica e a dire il vero anche tra gli 11 membri della delegazione sanremese di B Students TV.

C’è chi al primo posto desiderava Raphael Gualazzi con “Sai”(favorito dalla nostra troupe), chi gli “Eli” “e chi i Modà. Ma alla fine sono stati accontentati un po’ tutti i gusti perchè sul podio, subito dopo Mengoni, troviamo Elio e le Storie Tese con la loro “Canzone Mononota” e al terzo posto i Modà con “Se si potesse non morire”. Sempre al fortunato gruppo “irriverente” degli Eli sono stati assegnati il premio della critica e quello dell’arrangiamento, a parere nostro, ben meritati.

C’è chi afferma che come al solito abbia vinto un “figlio dei talent”(ipotesi “malignata” anche da alcuni di noi…) “probabilmente perchè arriva più facilmente al popolino senza formazione musicale”. Ma ci piace pensare in fondo che il podio di Sanremo e tutti i premi ad esso correlati, rispecchino davvero i gusti degli italiani per quanto riguarda la canzone nostrana perchè, diciamocelo, ognuno di essi risponde ad uno specifico bisogno di musica e cattura l’ascoltatore a diversi livelli di comprensione melodica e di testo.

Sanremo, come sappiamo bene, non è solo una kermesse musicale ma anche un palcoscenico dove la contemporaneitá politica e sociale, delle mode e delle tendenze, viene ad esibirsi. Tra i più notevoli, la finale ha visto calcare il palco da una svenevole e”cadente” Bianca Balti che tra una tinta ai capelli dalla dubbia riuscita, la risata equina e gli orecchini a paralume se la potevano pure risparmiare. Il duo Bocelli, papà Andrea e figlio Amos, che ci ha regalato momenti di alta qualità musicale e canora e “last but not least” l’intervento di uno stupefacente e per niente retorico Claudio Bisio che inaspettatamente ci ha guidati verso un punto di vista differente per la comprensione della nostra geriatrica e degradata situazione politica.

Ci sentiamo quindi di affermare che il festival di Fabio Fazio e di Luciana Littizzetto si è dimostrato di gran lunga superiore rispetto a quello che si era prefissato e persino a quello che noi avevamo pronosticato. Fazio desiderava che il “suo” festival fosse sinonimo di qualità e di una contemporaneitá in commistione con le tradizioni anche se il tutto fosse andato a discapito dello share. E invece no. Anche gli ascolti sono stati da record.

Quindi un Festival di Sanremo, questo del 2013, che ha fatto prevalere la qualità, le competenze, la dignità a discapito del mero “bell’apparire”, del buonismo e delle edulcorate ma dall’effetto placebo, parole al vento.

Ci sentiamo così di fare una piccola citazione affermando che “mentre il mondo cade a pezzi” la buona musica italiana “compone nuovi spazi” per uscire dal buio tunnell dell’attualitá per ritornare alle origini, all'”essenziale”.

Arrivederci Sanremo, al prossimo anno.

 

Uno su mille ce la fa!

20130216-152329.jpg
La finale dei giovani si è conclusa con la vittoria del cantante Antonio Maggio con il brano “Mi servirebbe sapere” che anche dai pronostici di B Students TV era stato dato come vincente e a dire il vero noi c’avevamo visto lungo…Le nostre previsioni di ieri vedevano i giovani proprio nell’ordine in cui sono stati decretati ovvero al primo posto Antonio Maggio poi Ilaria Porceddu con “In Equilibrio”al terzo posto Renzo Rubino che ha conquistato però con la sua “Il postino (Amami uomo)” il premio della critica mentre quarti sono i Blastema con “Dietro l’intima ragione”; il Cile, eliminato già al primo turno, ha vinto il premio per il miglior testo con “Le parole non servono più”. Il podio dei giovani ci fa pensare che anche per stasera, con i nostri giudizi sui cantanti big in gara, abbiamo ottime possibilità di beccare il vincitore e perchè no anche la classifica! Eccovi quindi i voti, in media per ciascun cantante, da parte degli 11 membri della delegazione sanremese di B Students TV:

Raphael Gualazzi (9.36 media)
Elio e le storie tese (8.41 media)
Marco Mengoni (7.82 media)
Daniele Silvestri (7.77 media)
Simona Molinari e Peter Cincotti (7.5 media)
Modà (7.2 media)
Max Gazzè (6,91 media)
Chiara Galiazzo (6.64 media)
Simone Cristicchi (6.5 media)
Malika Ayane (6.18 media)
Annalisa (6 media)
Marta sui tubi (5 media)
Maria Nazionale (4.68 media)
Almamegretta ( 4.45 media)

Ora parliamo però degli ospiti della finale del 63o festival della canzone italiana. Stasera ci sarà un tripudio di B: Claudio Bisio con il suo umorismo, Bianca Balti e la sua algida bellezza, Andrea Bocelli accompagnato dal figlio 17enne Amos. Ma anche la giovanissima pop star britannica Birdy oltre che al ballerino Lutz Forster, il rugbista Martin Castrogiovanni e il direttore d’Orchestra Daniele Harding.

Insomma stasera sul palco dell’Ariston se ne vedranno delle belle…e dei bravi, attendiamo con ansia l’inizio della finale e nel frattempo, respiriamo per le ultime ore quest’atmosfera di festa e di musica italiana che solo Sanremo può regalare.

Day 4 – “L’essenziale”

Quarto giorno nella città dei fiori, ancora tanti contenuti esclusivi per gli amici di B Students  TV. I nostri inviati hanno intervistato Antonio Maggio, vincitore ieri del Festival nella Categoria Giovani, oltre ad alcuni tra i big della gara come Malika Ayane, Raphael Gualazzi, Daniele Silvestri, Max Gazzé e Marco Mengoni. Senza tralasciare tanti altri contenuti in esclusiva per voi da Casa Sanremo e dalle strade della cittadina ligure.

Nostalgia nostalgia canaglia!

Immagine

Questo sarà ricordato come un Sanremo dei diritti, delle pari opportunità, della tutela della donna, della satira politica libera, della sterile bellezza che lascia il posto all’ironia e al sarcasmo. Ma comunque Sanremo resta la kermesse della canzone italiana e quindi la tradizione musicale del “bel paese” non deve essere messa in secondo piano.

La quarta serata sarà un Amarcord continuo da parte di tutti e 14 i concorrenti big in gara che, accompagnati da artisti esterni alla competizione, canteranno una versione rivisitata di un successo “storico” del Festival:
Marco Mengoni – “Ciao amore ciao”
Simona Molinari e Peter Cincotti – “Tua con Franco Cerri”
Maria Nazionale – “Perdere l’amore” con Mario Di Domenico
Daniele Silvestri – “Piazza Grande”
Modà – “Io che non vivo” con Adriano Pennino
Max Gazzé – “Ma che freddo fa”
Elio e le Storie tese – “Un bacio piccolissimo”
Simone Cristicchi -“Canzone per te”
Marta sui Tubi – “Nessuno” con Antonella Ruggiero
Annalisa – “Per Elisa” con Emma
Malika Ayane – “Cosa ha messo nel caffé” con i ballerini Paolo Vecchione e Tomas Signorelli
Raphael Gualazzi – “Luce (Tramonti a nord est)”
Chiara – “Almeno tu nell’universo”
Almamegretta – “Il ragazzo della via Gluck” con James Senese, Marcello Coleman e il rapper Clementino.

Gli ospiti della serata “Sanremo Story” saranno Caetano Veloso, Pippo Baudo, Stefano Bollani e la Giuria di Qualità guidata dal premio Oscar Nic
Oltre alle attesissime esibizioni dei big stasera è in programma  anche la finale dei Giovani, che coinvolge Renzo Rubino, i Blastema, Antonio Maggio e Ilaria Porceddu.
A riguardo, B Students Tv vi presenta la sua personale classifica che deriva dalla media dei voti degli 11 ragazzi del team dello speciale: al primo posto Antonio Maggio (8.14) poi Ilaria Porceddu (7.95), al terzo posto Renzo Rubino (7.82) mentre la medaglia di legno va al gruppo Blastema (5.95 ).
Attendiamo quindi l’esito definitivo della gara e ci auguriamo che la classifica dei big subisca uno capovolgimento salvifico, per una volta, non a favore dei “figli dei talent” ma del talento vero, quello sinonimo di qualità.

Il gioco si fa duro

Image

Il Festival entra nel vivo stasera, come preannuncia Fazio in Conferenza stampa, perché riascolteremo le 14 canzoni dei Big e le restanti dei giovani.

Ricordiamo insieme le performance della sera più romantica dell’anno: Marco Mengoni L’essenzialeRaphael Gualazzi  Sai (ci basta un sogno)Daniele Silvestri  A bocca chiusaSimona Molinari e Peter Cincotti  La felicitàMarta sui Tubi  Vorrei, Maria Nazionale  È colpa miaChiara Galiazzo  Il futuro che sarà, I Modà  Se si potesse non morireSimone Cristicchi  La prima volta che sono mortoMalika Ayane  E se poi, Gli Almamegretta Mamma non lo saMax Gazzè Sotto casaAnnalisa Scarrone  Scintille, Gli Elio e le Storie Tese  La canzone monotona.

E i  giovani: Andrea Nardinocchi con Storia impossibile,  Ilaria Porceddu con In equilibrio, Paolo Simoni  con Le parole e Antonio Maggio con Mi servirebbe sapere.

Gli ospiti attesi sono la giovane pianista italiana Leonora Armellini , Laura Chiatti,  Roberto Baggio, il gruppo Antony and the Johnson e per Sanremo Story Al Bano.

Avete già il vostro ritornello preferito?