Nostalgia nostalgia canaglia!

Immagine

Questo sarà ricordato come un Sanremo dei diritti, delle pari opportunità, della tutela della donna, della satira politica libera, della sterile bellezza che lascia il posto all’ironia e al sarcasmo. Ma comunque Sanremo resta la kermesse della canzone italiana e quindi la tradizione musicale del “bel paese” non deve essere messa in secondo piano.

La quarta serata sarà un Amarcord continuo da parte di tutti e 14 i concorrenti big in gara che, accompagnati da artisti esterni alla competizione, canteranno una versione rivisitata di un successo “storico” del Festival:
Marco Mengoni – “Ciao amore ciao”
Simona Molinari e Peter Cincotti – “Tua con Franco Cerri”
Maria Nazionale – “Perdere l’amore” con Mario Di Domenico
Daniele Silvestri – “Piazza Grande”
Modà – “Io che non vivo” con Adriano Pennino
Max Gazzé – “Ma che freddo fa”
Elio e le Storie tese – “Un bacio piccolissimo”
Simone Cristicchi -“Canzone per te”
Marta sui Tubi – “Nessuno” con Antonella Ruggiero
Annalisa – “Per Elisa” con Emma
Malika Ayane – “Cosa ha messo nel caffé” con i ballerini Paolo Vecchione e Tomas Signorelli
Raphael Gualazzi – “Luce (Tramonti a nord est)”
Chiara – “Almeno tu nell’universo”
Almamegretta – “Il ragazzo della via Gluck” con James Senese, Marcello Coleman e il rapper Clementino.

Gli ospiti della serata “Sanremo Story” saranno Caetano Veloso, Pippo Baudo, Stefano Bollani e la Giuria di Qualità guidata dal premio Oscar Nic
Oltre alle attesissime esibizioni dei big stasera è in programma  anche la finale dei Giovani, che coinvolge Renzo Rubino, i Blastema, Antonio Maggio e Ilaria Porceddu.
A riguardo, B Students Tv vi presenta la sua personale classifica che deriva dalla media dei voti degli 11 ragazzi del team dello speciale: al primo posto Antonio Maggio (8.14) poi Ilaria Porceddu (7.95), al terzo posto Renzo Rubino (7.82) mentre la medaglia di legno va al gruppo Blastema (5.95 ).
Attendiamo quindi l’esito definitivo della gara e ci auguriamo che la classifica dei big subisca uno capovolgimento salvifico, per una volta, non a favore dei “figli dei talent” ma del talento vero, quello sinonimo di qualità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...