Pronti, partenza… via!

IMG-20130212-WA0005
Questa sera inizia la 63° esima edizione del Festival di Sanremo, la scaletta anticipata dalla conferenza stampa si presenta così:
apre Marco Mengoni con i brani “L’essenziale” e “Bellissimo”, poi Raphael Gualazzi con “Sai (ci basta un sogno)” e “Senza ritegno”, Daniele Silvestri con “A bocca chiusa” e “Il bisogno di te”, Simona Molinari e Peter Cincotti con “Dr. Jekyll and Mr. Hide” e “La felicità”, Marta sui Tubi con “Dispari” e “Vorrei”, Maria Nazionale con “Quando non parlo” e “È colpa mia” e infine Chiara Galiazzo che presenterà “L’esperienza dell’amore” e “Il futuro che sarà”. Sempre stasera verranno presentati anche gli 8 artisti della categoria Giovani: Andrea Nardinocchi, Antonio Maggio, Blastema, Il Cile, Ilaria Porceddu, (che tanto sconosciuta non è: aveva procurato un “Oceano” di lacrime a Mara Maionchi nella prima edizione di X Factor prima di naufragare nel dimenticatoio), Irene Ghiotto, Paolo Simoni e Renzo Rubino.
Gli ospiti attesi: si parte con le vecchie glorie che anticipano il filone Sanremo Story, che sarebbe stato meglio chiamare Sanremo Nostalgia, nella prima serata un vero italiano: Toto Cutugno, che canterà il suo maggior successo in una versione aggiornata con il Coro dell’Armata Rossa.  Il Paracadutista Felix Baumgartner e il più atteso Maurizio Crozza che dovrebbe arrivare, scaletta permettendo, tra le 22.30 e le 22.40 con un intervento tra i 20 e i 40 minuti, “non come Celentano”, (cit. Leone) in cui “farà quello che vuole”, (cit. Fazio).
Durante la Conferenza Massimo Bernardini si rivolge a Giancarlo Leone: “Sembra un Festival per scelte musicali e scenografia molto avanti, non sarà per palati troppo fini?”
Il Direttore di Rai 1  risponde: “E’ un festival contemporaneo, una commistione di tradizione e innovazione, luci e grafiche che creano un clima di festa in stile Broadway.”
A questo punto sorge una domanda spontanea: “E la scenografia da Pirati dei Caraibi?” Bah.
Ci sarà un omaggio a Verdi, di cui Fazio non ha voluto anticipare niente, la ritiene una sorpresa emozionante e inaspettata. Sarà il solito Va Pensiero? Vedremo.
Insomma, ci sarà tanto da vedere e… da sentire, ma per che ora ci manderanno a letto? Leone ci tiene a precisare:  “Assicuriamo intorno a mezzanotte e mezza, per la prima serata.”
Le promesse di quest’edizione sono: novità, contemporaneità e qualità, che dicono, in termini di share, paghino di più degli effetti speciali.
Ma in questo turbinio di elezioni politiche, abdicazioni, crisi mistiche ed economiche, riuscirà il Festival della canzone italiana ancora una volta a catalizzare l’attenzione?
CONFERENZA STAMPA DEL 12/02/13 CON GIANCARLO LEONE, DUCCIO FORZANO, MAURO PAGANI, NANDO PAGNONCELLI.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...